Capodanno 2016, 5 posti dove festeggiarlo

Trascorrere l’ultimo giorno dell’anno in grande stile è una decisione che richiede un’ottima capacità di riconoscere i luoghi, gli eventi e le attività davvero esclusive nel mare delle offerte spesso molto simili e poco invitanti.

Per dare il benvenuto al 2016 abbiamo selezionato 5 mete in Italia che rappresentano l’essenza di una vacanza esclusiva: il pregio della location, l’unicità del paesaggio naturale, la sensazione di trovarsi in un luogo sospeso nel tempo, l’eccellenza e la particolarità del menù del famigerato “cenone”.

Ciascuna di queste scelte testimonia le grandi opportunità possibili per chi non si accontenta di un semplice ristorante o del solito hotel, ma sogna di essere accolto in una dimora elegante e di celebrare con classe la vigilia di Capodanno.

Castelli del Canavese, Piemonte

Capodanno al Castello di Pavone Canavese

Il Piemonte è una regione molto attenta alle esigenze dei turisti, tanto da predisporre diverse tipologie di soggiorni all’interno di strutture storiche come fortezze e castelli, ville nobiliari e relais di charme.
Il territorio che ci interessa maggiormente, in questo caso, è il Canavese, che si estende tra Torino e la Valle d’Aosta, e tra la provincia di Biella e quella di Vercelli.

Qui si trovano manieri costruiti prevalentemente nel Medioevo che oggi sono divenuti musei, hotel o centri congressi, e ospitano frequentemente eventi, ad esempio le rievocazioni storiche.

Cosa ne dite di una cena a tema medievale in un vero castello? Questa è la proposta del Castello di Pavone Canavese per la sera del 31 dicembre: una cena con portate ispirate alle ricette medievali (interpretate creativamente dagli chef), spettacoli di giullari, concerti e danze nel corso della serata, persino esibizioni di sbandieratori e mangiafuoco, in altre parole tutte le attività che caratterizzavano una dimora medievale.

La cena a tema è organizzata dal gruppo Burgo Turris ed è possibile partecipare alla cena in costume medievale, per rievocare l’atmosfera di un tempo.
È possibile noleggiare il costume in loco, tuttavia non è obbligatorio travestirsi per partecipare. Per prenotazioni inviate un’email a burgoturris@libero.it o telefonate al 347-6256721.

Capodanno in un castello del Piemonte

Dogana storica a Lazise, Veneto

Capodanno 2016, 5 posti dove festeggiarlo

Un Capodanno vissuto in riva al Lago di Garda è certamente un regalo prezioso che diventa ancora più raro se attorniato da una dimora del 1300.

A Lazise, a ridosso del porto, c’è la Dogana Veneta, edificio che nel corso dei secoli ha mutato più volte ruolo fino a divenire una location per matrimoni, ricorrenze speciali, concerti e mostre.

In questa suggestiva Dogana restaurata sarà allestita una festa davvero speciale con cenone a base di prodotti tipici del territorio e non solo, piatti elaborati e raffinati, accompagnati da decorazioni sui tavoli che esalteranno l’atmosfera festosa.
Il dj set dopo la mezzanotte sarà il primo buon auspicio per un felice 2016, merito di una location del XIII secolo che non ha pari altrove. Per prenotare: www.doganaveneta.it.

Dogana Veneta Lazise

Cena di Capodanno da uno chef stellato in Umbria

casa Vissani a Baschi

Lo chef Gianfranco Vissani non ha bisogno di presentazioni, per questo segnaliamo il suo ristorante a Baschi, un borgo in provincia di Terni. Casa Vissani è la scelta azzeccata per i turisti gourmet: gli arredi eleganti, rinnovati periodicamente, accolgono gli ospiti nel reame dell’alta cucina, nel quale dominano l’estro, la capacità, la genuinità delle materie prime e la raffinatezza infusa da Vissani.

Per il cenone lo chef ha pensato bene di ideare l’Hollyfood Walk of Fame, una sorta di spettacolo del gusto per far assaggiare pietanze prelibate come il crudo di branzino alle bacche di faggio tostate e mela cotogna, la polenta di Marano allo stracchino, crudo di seppia e cozze al tè nero, l’anatra alla pechinese alle bacche di gelsomino, parmigiana di sedanini e bianco d’uovo all’anice, solo per citarne alcune.

Qui il Capodanno sarà davvero stuzzicante per il palato, ma consigliamo di prenotare al più presto: casavissani.it.

L’ultimo dell’anno in una città che sparisce

Capodanno a Civita di Bagnoregio

Civita di Bagnoregio è un posto inconsueto per trascorrere la notte del 31 dicembre, poiché è soprannominata la “città che muore”. Questo borgo, nato oltre 2500 anni fa, è in provincia di Viterbo, nel Lazio, ed è indicato per chi preferisce quiete e tranquillità ai party senza fine di altre mete natalizie.

A Civita, infatti, si svolge un raduno buddista organizzato dall’associazione Soka Gakkai, mentre nel centro storico ha luogo tradizionalmente il presepio vivente, che attraverserà le strade della città il 26 dicembre, l’1, il 4 e il 6 gennaio.

Civita è la destinazione perfetta per chi è in cerca del proprio equilibrio interiore e vuole cominciare il nuovo anno avvolto nella magia di un luogo che sembra sparire poco a poco, in quanto la collina e la vallata circostanti si stanno erodendo progressivamente.
Osservare il panorama qui significa partecipare a un evento che ogni volta muta colore, forma e invita ad apprezzare ogni singolo dettaglio del paesaggio.

Pattinare sul Lago di Resia in Val Venosta

Sciare in Val Venosta sul lago di Resia

Se scegliete di andare in vacanza in Alto Adige dovreste fare tappa in Val Venosta, dove c’è una delle attrattive più incredibili da vedere, il campanile del Lago di Resia.

È utile sapere che la Val Venosta vanta una vegetazione unica in tutto l’arco alpino ed è celebre per la produzione di mele, tuttavia il Lago di Resia è la meta prediletta sia durante l’inverno sia nel resto dell’anno, per via della cima del campanile che emerge dall’acqua.

Ciò è dovuto al fatto che, nel 1950, fu costruita una diga che unì due laghi e sommerse tutto ciò che c’era nei dintorni, compreso il paese di Curon Venosta (in seguito ricostruito più in alto).

La cima del campanile risale al 1357 e quando il lago gela, è raggiungibile a piedi.

Provate l’ebbrezza di pattinare sul ghiaccio, fare sci di fondo o snowkiting sul lago durante un soggiorno in Val Venosta, siamo certi che qualsiasi sport invernale, dopo, vi sembrerà banale.

Campanile sul lago di Resia

Le 5 mete di questa guida hanno in comune la gamma di emozioni che possono donare, in altre parole il bello di vivere il Capodanno come un momento irripetibile assieme ai propri cari.

Lascia un commento