Attività da seguire in Valtellina, itinerario per gourmet

Se siete dei viaggiatori sempre in cerca di novità, appassionati di cucina di alta qualità e desiderosi di esplorare paesaggi sorprendenti, la Valtellina non può mancare fra le vostre prossime tappe.

Per quali ragioni andarci in primavera? Innanzi tutto questa regione alpina, situata in Lombardia, è contraddistinta da molti Parchi e Riserve Naturali che in questa stagione offrono una strabiliante varietà di colori, la possibilità di incontrare rare specie animali, di ammirare da vicino le cascate, i fiumi e le vallate che impreziosiscono il panorama.

Il percorso che abbiamo preparato è incentrato tanto sulle località più incantevoli sotto il profilo paesaggistico e storico, quanto sulle specialità culinarie che si possono assaporare in questa vallata circondata dalle Alpi, particolarmente vocata per la produzione di vini pregiati.

Alta Valtellina

Bormio

Bormio è identificata spesso come meta invernale, eppure vanta almeno due peculiarità che invogliano a visitarla anche in primavera o estate.
Prima di tutto le sorgenti termali, valorizzate dai moderni impianti che consentono di seguire percorsi benessere di alto livello, offrono l’opportunità di rigenerarsi e recuperare il proprio equilibrio grazie a servizi specifici come il trattamento viso ossigenante al miele e il trattamento esfoliante ai tesori del bosco alpino.

L’altra caratteristica è costituita dal Passo dello Stelvio, dove è possibile praticare anche lo sci estivo (dal 27 maggio al 5 novembre): questa è la più grande area alpina per lo sci estivo ed è consigliata sia a chi desidera imparare i rudimenti di questo sport, sia agli sciatori esperti.

Livigno è la destinazione ideale per chi ama seguire percorsi in mountain bike, oppure praticare il nordic walking, o ancora fare fitness in alta quota, esperienza senza dubbio più impegnativa rispetto a un normale allenamento, ma con grandi benefici per la salute, tanto da essere scelta da numerosi team di atleti per i propri ritiri.

Livigno, tuttavia, è anche meta di shopping, poiché ricca di centri commerciali e negozi in centro storico, ed è una zona extra-doganale (perciò i prezzi sono esenti da IVA).
Il clima fresco anche in estate è un invito a rinnovare il guardaroba e ad acquistare accessori con sconti davvero vantaggiosi.

Chiavenna

Castle_of_Chiavenna

La Valchiavenna è una regione che confina con la Valtellina e fa parte con essa della provincia di Sondrio. Qui la località principale è Chiavenna, che suggeriamo di visitare in virtù dei suoi Crotti, le cavità naturali della montagna, in cui la temperatura rimane sempre fresca e costante, originariamente adibite a cantine e recentemente trasformate in rustiche osterie.

La specialità simbolo di Chiavenna è la Bresaola (qui chiamata Brisaola), salume preparato esclusivamente con carne bovina scelta, alimento con pochi grassi, da assaporare al naturale oppure come ingrediente di piatti raffinati.
È merito del clima della valle se la Bresaola vanta un sapore unico, perciò per gustare la migliore qualità di questo salume suggeriamo di recarvi alla Macelleria Del Curto, in via Dolzino 129, specializzata nella produzione di Bresaola da oltre 100 anni.

Per quanto concerne le eccellenze vitivinicole, fate un salto all’Enoteca Marino, in via Dolzino 66, poiché ci troverete i migliori vini valtellinesi e soprattutto preziosi consigli per portare a casa alcuni fra i vini più rappresentativi, da abbinare magari ai piatti tipici locali.
Cosa rende i vini valtellinesi diversi dagli altri? Prima di tutto l’esposizione dei vigneti nelle Alpi Retiche, tutti orientati a sud, poi la costante ventilazione dei terreni e l’effetto termoregolatore del Lago di Como.

Il vino DOCG Valtellina superiore, ad esempio, è contraddistinto da un colore rosso rubino tendente al granato, un profumo persistente e sottile, sapore asciutto e leggermente tannico.

sagra dei Crotti Chiavenna

Se vi interessano le tradizioni e gli eventi che richiamano ogni anno appassionati gourmet da tutto il mondo, dovrete aspettare il secondo weekend di settembre, quando si svolge la Sagra dei Crotti, dedicata a degustazioni di Bresaola, polenta, salsicce, formaggi e vino Valtellina DOC. hwww.sagradeicrotti.it

Il centro di Chiavenna offre altre attrattive degne d’interesse, come il Castello dei Conti Balbiani, costruito intorno alla metà del XV secolo e oggi sede della Comunità Montana della Valchiavenna, e la Collegiata di San Lorenzo, da cui si accede al Museo del Tesoro, che in tre sale ospita oggetti religiosi particolarmente significativi per l’arte e la storia locale.

L’opera che spicca fra tutte le altre in questo museo è la Pace di Chiavenna, capolavoro dell’oreficeria medievale, composto di 25 lamine d’oro montate su una tavola di legno di noce e lavorate a sbalzo e in filigrana, con 97 perle, 94 gemme e 16 smalti cloisonné.

A breve distanza da Chiavenna, a Prosto di Piuro, sorge il Palazzo Vertemate-Franchi, uno dei più eleganti esempi di architettura rinascimentale della Lombardia, con interni ricchi di preziose decorazioni e arredi (per le visite guidate occorre chiamare il numero 0343 37485, il biglietto è di 7 €).

L’esterno del Palazzo, raffinato e sobrio al contempo, è in armonioso contrasto con la ricchezza delle sale interne, impreziosite da dipinti, soffitti scolpiti in legno, mobili artigianali di pregio del Cinquecento.

Palazzo Vertemate Franchi

Palazzo Vertemate Franchi

Il Palazzo è anche una location per matrimoni: si possono prenotare alcune sale e allestire il ricevimento anche all’esterno, dove si trovano il giardino all´italiana, il frutteto, il vigneto e l’orto.
Per ulteriori informazioni consigliamo di consultare il sito www.palazzovertemate.it.

Questo è un gustoso antipasto di ciò che offre la Valtellina, un territorio che saprà saziare la vostra sete di novità anche fuori stagione.

Lago di Como

Lascia un commento