Cosa vedere nelle Marche, guida alle attrattive turistiche

Il viaggiatore selettivo si distingue prima di tutto per la scelta della destinazione e successivamente per le attività da seguire in vacanza; questa considerazione è al contempo un invito a scoprire una delle regioni che registrano un aumento costante di turisti, le Marche.

Gli slogan ideati per promuovere il territorio sono una valida sintesi delle attrattive offerte: “L’Italia in una regione”, ad esempio, trasmette l’ampia varietà del paesaggio, costituito da dolci colline, maestosi massicci montuosi e un suggestivo litorale, ideale per vacanze estive da trascorrere in spiaggia ma anche nel verde dei numerosi parchi naturali.

L’itinerario che proponiamo è un’accurata cernita di tutto ciò che rende esclusive le Marche come meta del turismo leisure.

Conero Riviera delle Colline

Senigallia, relax sulla spiaggia di velluto

La Rotonda a mare di Senigallia

Sono 17 le località costiere marchigiane insignite del prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu, certificato DOC di limpidezza dell’acqua e di efficienza dei servizi; fra queste spicca Senigallia, in provincia di Ancona, rinomata per la sua “spiaggia di velluto”, 14 chilometri di arenile caratterizzati dalla sabbia finissima e dorata.
Qui potrete scegliere fra numerosi lidi attrezzati con tutto il necessario per trascorrere una piacevole giornata al mare, senza rinunciare alla connessione Wi-Fi, utile per postare in diretta le istantanee del proprio soggiorno.

La Rotonda a Mare di Senigallia è una sorta di simbolo di questa località, una struttura che ospita mostre e convegni e che, soprattutto, può essere richiesta per la celebrazione di matrimoni con rito civile, una romantica idea per chi desidera realizzare il proprio sogno d’amore in riva al mare.

Un’altra località da visitare è Sirolo, un tesoro naturale adagiato fra il verde del monte Conero e il blu intenso del Mare Adriatico.
Il Parco regionale del Conero in cui è inserito il borgo è un sito che vanta una grande ricchezza di flora e fauna ed è la punta di diamante dell’offerta naturalistica delle Marche.

Una delle ragioni per recarsi a Sirolo, tuttavia, è la presenza della spiaggia dei Sassi Neri, così chiamata per gli scogli neri sul fondo del mare e le placche rocciose a riva: questa spiaggia non è dotata di servizi perché è opportuno proteggere le condizioni naturali di questo piccolo Paradiso ai piedi della montagna.

Things to see in Marche

In ogni caso avrete sempre l’imbarazzo della scelta per le spiagge poiché a Sirolo ce ne sono complessivamente 8, il consiglio è di dedicarsi sia al relax sotto l’ombrellone sia all’esplorazione del territorio, raggiungendo le calette più nascoste seguendo sentieri a piedi per vivere l’emozione della scoperta di un luogo incontaminato.

Monte Conero

Il Castello di Gradara, emblema del Medioevo

 

Gradara-1

Per comprendere l’unicità delle Marche è utile partire dal nome della regione, che è legato alla parola tedesca “mark”, che sta per confine. Fu proprio la lontananza dal centro del potere imperiale nel Medioevo a favorire una certa autonomia di questa terra.

Le rocche e i castelli che impreziosiscono il paesaggio sono la prova concreta di questa vocazione: una delle fortezze meglio conservate d’Italia è il Castello di Gradara, una meta molto richiesta poiché ospita un museo storico e offre un panorama di bellezza indescrivibile, con vista sul Monte Carpegna a ovest e sul Mare Adriatico a Nord.

In particolare raccomandiamo le visite serali, possibili nella stagione estiva, per ammirare le meraviglie del paesaggio illuminate dal cielo stellato.
Questo è il sito ufficiale del castello, con tutte le informazioni relative a prenotazioni e visite guidate: www.castellodigradara.org.

Artigianato di alta classe nel cuore delle Marche

Scarpe su misura Damiano Chiappini

A nostro avviso una vacanza perfetta dovrebbe prevedere anche del tempo dedicato allo shopping di prodotti di pregio, naturalmente Made In Italy al 100%.
A Montegranaro, in provincia di Fermo, suggeriamo di fare tappa alla bottega artigiana di Damiano Chiappini, specializzato in calzature realizzate a mano per uomo e donna.

Chiappini crea ogni scarpa su misura per il cliente, seguendo una delle seguenti lavorazioni in base alle richieste: la scarpa solettata a mano, del tutto impermeabile, il tubolare, indicata per comodità e robustezza della scarpa, il norvegese, particolarmente ricercato sotto il profilo estetico, e lo stagno, metodo che rende la scarpa ancora più resistente anche a fango e neve.

Una calzatura artigianale è un elemento essenziale del look di chi ama vestire con gusto e desidera prodotti unici e inimitabili. www.damianochiappini.com

Siamo certi che questa regione sia un’ottima scelta per i viaggiatori esigenti e che sia vero quel che recita lo slogan “Le Marche non ti abbandonano mai”: località costiere, riserve naturali, monumenti rimasti intatti nel tempo, accoglienti borghi e gloriose tradizioni artigianali la rendono un valido esempio di tutto ciò che fa innamorare i turisti del Belpaese.

Lascia un commento