I percorsi segreti della Maremma toscana

Una terra di leggende, vedute suggestive, sapori decisi, castelli e casali dal fascino indescrivibile, questo e molto altro è la Maremma.

Il nostro viaggio riguarda una porzione di questo vasto territorio: la parte compresa nella provincia di Grosseto, in Toscana, che si estende nella piana del fiume Albegna fino al promontorio dell’Argentario e alla Laguna di Orbetello.

Un buon motivo per partire a settembre è la manifestazione Explore Maremma Walking Festival, che ha il suo fulcro a Manciano; tuttavia suggeriamo alcune attività disponibili anche nel resto dell’anno.

Prima di tutto bisogna organizzare l’arrivo: raggiungere Grosseto è semplice partendo dagli aeroporti di Roma Fiumicino, Pisa o Firenze, oppure in traghetto da Livorno o Civitavecchia, o in auto percorrendo la costa tirrenica o l’asse Firenze-Siena.

Se amate le lunghe passeggiate, le attività sportive come il trekking o il golf, i prodotti agricoli d’eccellenza come l’olio e il vino, la Maremma è una tappa obbligata in virtù del clima mite e delle numerose strutture ricettive di ottimo livello presenti in questa regione.

Il castello dei templari in Maremma

Maremma landscape

Explore Maremma Walking Festival si svolgerà dal 20 al 28 settembre e prevede una lunga serie di escursioni, tutte gratuite, di cui consigliamo alcune per l’originalità del percorso: c’è un castello dei templari, ad esempio, rimasto quasi intatto e arroccato su uno sperone di roccia nel borgo di Rocchette di Fazio.

L’itinerario guidato di 4 ore comincia dalla piazza principale di Rocchette, costeggia il fiume Albegna e percorre le mulattiere di origine medievale per poi andare alla scoperta dei simboli dei cavalieri templari nel cuore dell’antico borgo. Dalla torre della Rocca Aldobrandesca, che costituisce il nucleo storico del borgo, si può godere di uno splendido panorama maremmano.

La Stellata e le Terme di Saturnia

Tuscan Maremma nature trail

Esplorare la Maremma può essere faticoso ma il premio consiste nelle bellissime piscine naturali che rendono quest’area rinomata per i trattamenti benessere e per vacanze relax.
Non solo vacanze attive, dunque, ma anche itinerari naturalistici come quello che attraversa la Media Valle del Fiume Albegna e il Torrente Stellata, caratterizzato da acque sulfuree e argille che provengono dalle sorgenti di Saturnia.

L’escursione include la visita di Montemerano, inserito nel 2014 nella lista dei Borghi più belli d’Italia, vanta una piazza incantevole (Piazza Castello) ed è circondata da mura che risalgono al XII secolo, è una delle gemme nascoste della Toscana, visitate anche la Chiesa di San Giorgio, ricca di opere di pregio, scoprirete che le località spesso non menzionate dalle guide sono le più peculiari, soprattutto in Maremma.

Per finire, le acque termali di Saturnia sono l’ideale conclusione del percorso, una sosta purificatrice e rigenerante.

Cosa vedere a Manciano

cassero senese a manciano foto di stefano nelli

Manciano è una meta raccomandata per chi vuole vedere tutta la Maremma grossetana: in lontananza si possono ammirare le colline, il mare e i laghi, una visuale composita che dona emozioni sconosciute al turista.

Inoltre Manciano è ricca di attrattive: qui sorge il Museo di Preistoria e Protostoria che raccoglie i reperti archeologici recuperati nei dintorni, come la necropoli di Poggio Buco, i borghi di Pitigliano e Sovana. Da vedere anche la Chiesa di San Leonardo, dove sono custodite opere di Paride Pascucci e Pietro Aldi, e la Chiesa della Santissima Annunziata

Manciano custodisce inoltre la Chiesa di San Leonardo, dedicata al patrono del paese, all’interno della quale si trova un’importante rappresentazione del Santo realizzata da Paride Pascucci e altri dipinti dello stesso artista e di Pietro Aldi e l’Oratorio della Santissima Annunziata, ristrutturato nell’Ottocento e situato al di fuori delle Mura.

Un punto di osservazione della Maremma è il Cassero Senese, di epoca rinascimentale, che affianca la Rocca Aldobrandesca di Manciano, oggi sede del municipio; salite fino in cima per scattare foto memorabili o semplicemente lasciarvi abbracciare dalle bellezze naturali di questo luogo colmo di silenzio e di autenticità.

Per sapere quando sono previste le aperture straordinarie del Cassero, prenotare gli itinerari consigliati e avere altre informazioni potete consultare il sito http://www.mancianopromozione.com/.

Lascia un commento