Posti da scoprire in Veneto sulle tracce di Shakespeare

Il Veneto è una regione che ha sempre ispirato gli artisti, perciò prendiamo spunto dall’anniversario dei 400 anni dalla morte di William Shakespeare per proporre un tour nei luoghi legati proprio alle opere del Bardo.

Shakespeare ha ambientato 15 delle sue 38 opere teatrali in Italia e alcuni studiosi discutono se ha effettivamente visitato i posti in cui ha inscenato i suoi capolavori.
Ad ogni modo, il Veneto celebra questo legame con una serie di spettacoli teatrali fino al 21 dicembre 2016, rappresentando le opere in location speciali e in lingua originale.

Vorreste sapere come raggiungere questi posti anche senza assistere agli spettacoli? Seguite il nostro itinerario shakespeariano.

La Tomba di Giulietta a Verona

tomba di Giulietta a Verona

Credits: www.shakespeareinveneto.it

Tutti conoscono la storia di Romeo e Giulietta, tuttavia non è altrettanto noto che la leggenda abbia i contorni della verità.
Per sapere di cosa parliamo occorre andare a Verona, muoversi da piazza Brà verso neoclassico palazzo Barbieri costeggiando le antiche mura comunali, arrivare all’incrocio di via Pallone con via del Pontiere.
Da qui si giunge ai giardini dell’ex Convento di San Francesco al Corso che circondano la Tomba di Giulietta e il Museo degli Affreschi dedicato a Giovanni Battista Cavalcaselle.

Secondo la tradizione, il sarcofago scoperchiato in marmo rosso di Verona avrebbe ospitato le spoglie mortali di Giulietta, che però nel XVI secolo venne trasformato in un recipiente per l’acqua di pozzo, per cercare di ridurre la fama dei due giovani amanti di Verona.
Nonostante questo il luogo è continuato a essere meta di pellegrinaggi e, nel 1937, la tomba fu spostata nel sotterraneo accanto al chiostro ed è visitabile tutti i giorni dalle 8:30 alle 18:30. Approfittate di questa tappa per fare visita anche al Museo degli Affreschi, perché qui sono custodite opere realizzate tra il X ed il XVI secolo, sculture risalenti all’ 800 di Innocenzo Fraccaroli e Torquato della Torre, e a numerose tele di artisti vissuti fra il Cinquecento e il Settecento.

Presso il chiostro si svolge la rappresentazione di “Romeo e Giulietta”, mentre da ottobre a dicembre la location sarà la Chiesa sconsacrata di Santa Maria in Chiavica.

Palazzo Marin, Venezia

palazzo marin a Venezia

Credits: www.palazzomarin.it

Nella città che attrae più turisti in virtù della romantica laguna e dello stile unico che caratterizza strade, piazze e palazzi, vale a dire Venezia, sorge Ca’ Marin, dimora nobiliare che conserva gli affreschi settecenteschi come La fuga di Elena da Troia, Teseo e Arianna, mentre il soffitto è arricchito da medaglioni allegorici che raffigurano Apollo e le Muse. Tutte le decorazioni degli interni testimoniano un gusto raffinato e accolgono i visitatori in un’atmosfera che sembra appartenere a un’altra epoca.

Oggi Palazzo Marin può ospitare eventi speciali, ricorrenze, concerti indimenticabili e feste esclusive. Oltre allo spettacolo Il mercante di Venezia, proposto in occasione delle celebrazioni shakespeariane, sono regolarmente in programma appuntamenti culturali durante tutto l’anno. Consigliamo di consultare il sito www.palazzomarin.it per organizzare una visita.

Villa Duodo, Monselice

villa duodo a Monselice

Credits Villa Duodo: By [[User:RicciSpeziari|photo uploaded by User:RicciSpeziari. Photographer: Riccardo Speziari}}]] (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

A Monselice, in provincia di Padova, merita una tappa Villa Duodo, costruita da una nobile famiglia veneziana sulle fondazioni di un più antico castello detto di San Giorgio.
Sebbene la villa sia di solito visitabile solo esternamente, è qui che si tengono le rappresentazioni de La Bisbetica domata e inoltre fa parte del Castello di Monselice, che racchiude diversi edifici di epoca medievale aperti al pubblico.

Proprio al castello c”è uno spazio riservato che dovreste vedere, il Cortile Veneziano, perfetto per ospitare concerti e spettacoli, si nota anche per il muro di cinta decorato con un ensemble di putti con strumenti musicali di epoca barocca, mentre sul lato sud c’è la cappella gentilizia dei Marcello, costruita dall’architetto Andrea Tirali nel XVIII secolo.

Sulle pendici del Colle della Rocca suggeriamo di fermarsi al Santuario delle Sette Chiese, costituito da sei cappelle allineate lungo il colle (ognuna delle quali porta il nome di una basilica romana) e da una settima chiesa, dedicata a San Giorgio.
Per altre informazioni sul castello è disponibile il sito ufficiale: www.castellodimonselice.it/it-IT/villa-duodo.

Il castello scaligero di Torri del Benaco

Posti da scoprire in Veneto sulle tracce di Shakespeare

Credits: By Pierre Bona (Own work) [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) or CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

Per l’ultima tappa si torna nella provincia di Verona, a Torri del Benaco, dove il castello scaligero ospita lo spettacolo teatrale I due Gentiluomini di Verona, un opera che alterna momenti leggeri e drammatici, sfruttando gli spazi del castello, dalla limonaia alla sala della Barchessa, dai camminamenti al giardino.

Nel corso della visita al Castello di Torri del Benaco riservate un po’ di tempo al museo etnografico sulla cultura gardesana, che illustra gli aspetti storici di Torri e dell’Alto Garda attraverso aree tematiche dedicate alla pesca e alle incisioni rupestri.

Qui siamo vicini a un altro castello scaligero più noto, quello di Malcesine, sulle sponde del Lago di Garda: la fortezza è molto richiesta per la celebrazione di matrimoni e deve la sua fama ai disegni e ai racconti di Goethe, che la descrisse nel suo Viaggio in Italia, un merito che gli è riconosciuto con un museo a lui dedicato nel castello.

Perché visitare il castello di Malcesine

Credits Malcesine: By S. Longstone (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0) or GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html)], via Wikimedia Commons

Il lungolago di Malcesine e il panorama osservabile da Torri del Benaco sono le attrazioni naturali che vi faranno innamorare del Veneto e della sua storia, in grado di suscitare emozioni a secoli di distanza.

Per saperne di più sui percorsi turistici nella regione, leggete anche Tour di Architettura a Venezia in 1 giorno.

Lascia un commento