L’ultimo trend? La vacanza in montagna di lusso, tra chalet di (eco)design e trattamenti di bellezza esclusivi

Con un po’ di sorpresa, il turismo di lusso è stato tra i primi a ripartire dopo lo stop imposto all’intero settore dall’emergenza sanitaria e dai suoi effetti a lungo termine. Al contrario delle previsioni, soprattutto, non sono stati solo gli stranieri a scegliere le mete italiane più esclusive e di nicchia: molto turismo interno è stato in questi mesi turismo luxury e le località montane sono state al centro di questo fenomeno. Per i neofiti dell’argomento, ecco cosa rende davvero una vacanza in montagna di lusso e come poterla organizzare in Italia.

Location esclusive ed esperienze stellate, i must di una vacanza in montagna di lusso

La scelta del posto in cui fermarsi a dormire è, quasi sempre, la discriminante fondamentale quando si tratta di vacanze lusso, in montagna come al mare o in città. Le alternative tra cui scegliere in alta quota, da qualche tempo, non mancano. Gli chalet esclusivi e in cui possono pernottare un numero massimo molto basso di persone sono, forse, la proposta più tradizionale, spesso declinata tra l’altro nella versione di coppia e per un weekend romantico. Il vero must del momento sembra essere, però, prenotare la propria vacanza di lusso in montagna in strutture che sono completamente fuori dai radar del turismo commerciale, letteralmente raggiungibili solo accompagnati da gatti delle nevi o in motoslitta e in seggiovia. Anche hotel progettati da archistar, dove ogni stanza è dedicata a un tema e le aree comuni accolgono collezioni artistiche e di design fanno parte della proposta del turismo di lusso “all’italiana”, insieme agli ecoresort dove tutto (i materiali, la gestione degli ospiti) è pensato con un occhio alla sostenibilità ambientale.

A rendere una vacanza lussuosa, in montagna o qualunque altra sia la meta, sono però naturalmente anche le esperienze che è possibile vivere. Le attività di alta quota preferite dai viaggiatori luxury sono, senza dubbio, sciare di notte e su piste illuminate ad hoc o farlo nelle prime ore del mattino sulla neve ancora immacolata. Anche rilassarsi o leggere un libro davanti a una vetrata vista Sciliar può essere, però, un lusso semplice e per amanti dei paesaggi e della natura.

Qualcuno propone a chi sta organizzando la propria vacanza di lusso in montagna di vivere esperienze come la raccolta del fieno, per una vera e propria immersione nella vita “di montagna”. Per i palati più fini, ancora, non mancano ristoranti stellati e gestiti da chef premiati e riconosciuti tra i migliori d’Italia e non solo dove assaggiare rivisitazioni lussuose dei piatti della tradizione locale. La più classica delle vacanze di lusso in montagna è, comunque, la vacanza in spa dove concedersi una pausa rilassante e provare, oltre a piscine termali, bagni di vapore e bagni turchi, massaggi e trattamenti di bellezza di ogni genere e per tutto il corpo, non di rado a base di erbe e altri prodotti tipici del territorio. L’antica tradizione del bagno di fieno, per esempio, disintossicante e rivitalizzante, è stata ripresa da molte spa di lusso in montagna così come quella dei trattamenti per il corpo all’uva, al pino, all’olivello spinoso.

Lascia un commento